La Comunità Incontro di Molino Silla di Amelia in trasferta ad Altamura

 



 


Servizio del 25 ottobre 2017

Ai giovani studenti del liceo scientifico “Federico II di Svevia” sarà raccontata la storia di Don Pierino, fondatore della Comunità

TERNI – La lotta alla droga della Comunità Incontro non conosce confini. Mercoledì prossimo ad Altamura, professionisti ed operatori di Molino Silla apriranno il dibattito sul tema “Insieme per la vita contro le dipendenze”.

Ai giovani studenti del liceo scientifico “Federico II di Svevia” di Altamura sarà raccontata la storia di Don Pierino, fondatore della Comunità.

Il tunnel della droga, dell’alcol, del gioco d’azzardo, non ha vie d’uscita. E proprio Don Pierino in primis, ha lottato per tutta la vita, per far uscire da quel vicolo cieco centinaia di ragazzi, giovani e meno giovani.

Ad Altamura sarà presentato anche il progetto INdipendente che ingloba in sé tre attività:  INascolto, INclasse e Instrada.

L’obiettivo del dibattito in terra pugliese per la dottoressa Tania Fontanella, responsabile dell’area psicologi e area educativa della Comunità Incontro, è quello di sensibilizzare i giovani contro il consumo di droghe, farne conoscere le drammatiche conseguenze anche attraverso il racconto di alcuni ospiti della Comunità Incontro che sono riusciti a vincere una dipendenza che ogni anno causa vittime e mette in ginocchio intere famiglie.

Nel minibus della Comunità Incontro ci sarà  un’equipe di operatori, psicologi, assistenti sociali ed educatori che offriranno supporto e sostegno sia  psicologico che sanitario.

Ma perché proprio la Puglia? A rispondere è il responsabile di struttura della Comunità Incontro, Giampaolo Nicolasi. “Perchè collaboriamo da molti anni con le parrocchie e con il volontariato locale, nello specifico  con il gruppo ‘La Speranza’. Per noi è molto importante fare prevenzione nelle scuole e spiegare ai ragazzi cosa è il mondo delle droghe e dove porta”.