Lezione di legalità in memoria di Falcone

Lunedì 29 maggio 2017 alle ore 16.30 presso la nostra sede di Molino Silla il Procuratore della Repubblica di Terni Alberto Liguori ha ricordato ai ragazzi di Molino Silla la figura di Giovanni Falcone, primo magistrato che ha permesso una pena alternativa in Comunità per i ragazzi agli arresti domiciliari, per problemi di tossicodipendenza.

Nel 1993 Don Pierino volle dedicare la Torre della Memoria a Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e agli agenti della scorta in ricordo dell’evento della strage di Capaci. Pertanto il 9 maggio 1993 venne inaugurato a Molino Silla il monumento in memoria delle vittime della mafia, con un campanile con i loro nomi per segnare le ore e i momenti di una giornata comunitaria sotto l’egida del riscatto.

Quello tra Don Pierino Gelmini e Giovanni Falcone era un rapporto di collaborazione e di amicizia continuato fino all’ultimo momento, con l’incontro dell’11 maggio 1992 per mettere a punto i rapporti tra giustizia, tossicodipendenti e comunità. Era una personalità molto vicina a Don Pierino, spesso veniva a trovarci e trascorreva del tempo insieme ai nostri ragazzi, ha partecipato ai nostri convegni ad Amelia e agli appuntamenti sulla legalità, sulla lotta alle mafie e sulla droga a Palermo.

L’incontro è stato seguito dal un momento di raccoglimento sotto la Torre della Memoria per ricordare le vittime della strage di Capaci. Momento di raccoglimento che i ragazzi della Comunità Incontro praticano tutti i 23 del mese alle ore 21 per mantenere fermo il ricordo dell’amico Falcone.

Qui l’articolo del Corriere dell’Umbria