Convegno SIPaD e Comunità Incontro Onlus sulle patologie da dipendenza

Sarà l’auditorium di Molino Silla ad Amelia ad accogliere i prossimi 24-25 settembre il congresso “Integrazione & Collaborazione: Il processo di presa in carico globale SerD e Comunità Terapeutiche” promosso dalla SIPaD, Società Italiana Patologie da Dipendenza fondata nel 2015 e con oltre 1600 Soci professionisti nell’area delle dipendenze e dalla Comunità Incontro Onlus. Una sorta di “stati generali” delle patologie legate alle dipendenze che vedrà discutere intorno ad un tavolo le maggiori Società Scientifiche di ricerca nell’ambito delle patologie da dipendenza, le principali Associazioni del privato accreditato, gli operatori delle Strutture Terapeutiche e i rappresentanti politico-istituzionali. Troppi i temi e le problematiche che tuttora non trovano soluzione: dal DPR 309/1990, Testo Unico che fornisce agli attori del settore le disposizioni necessarie per gestire le terapie e il reinserimento delle persone affette da patologie da dipendenza, fermo da trent’anni, alla Conferenza Nazionale sulle droghe in stallo da oltre dieci anni quando per legge dovrebbe essere convocata ogni tre.

Il convegno sarà anche l’occasione per presentare i risultati di nuovi approcci integrati sviluppabili all’interno dei SerD e delle Comunità Terapeutiche rispetto allo screening precoce dell’epatite C nonché la circostanza per presentare e discutere collegialmente sulla valenza dei nuovi presidi terapeutici “long acting” utilizzabili nella cura della dipendenza da eroina nei tossicodipendenti in trattamento sia presso i SerD che nelle Comunità Terapeutiche.

Tutto questo in uno scenario estremamente preoccupante: con dati in crescita legati al consumo delle sostanze ed un vertiginoso aumento delle addiction, in primis alle nuove sostanze psicoattive (Nps) negli adolescenti.

Ora più che mai è necessario fare squadra nella cura alle dipendenze: a breve tutte le info e il programma della due giorni.
I lavori saranno in presenza e per l’occasione verranno messe in campo tutte le regole anti-contagio che consentiranno al congresso di svolgersi in modalità Covid Free Meeting.