CHIEDI AIUTO

Non perdere la speranza, il nostro aiuto è reale. La tua vita è importante

                                            Amministrazione   trasparente

Storie in cammino

Racconti di chi ieri e oggi ha intrapreso il cammino della Comunità

Sono Francesco, ho 41 anni e ho desiderio di raccontare la mia storia a chi crede nella possibilità di una rinascita. La mia è una storia che inizia nel buio, nella solitudine, nel dolore di un fallimento e si conclude con una nuova vita, viva, libera, luminosa, piena di amore, progetti, speranza e fede…

Leggi tutto

Voci dei ragazzi della comunità

Nella vita si può sbagliare e io di errori ne ho fatti davvero tanti. Poi un bel giorno mi sono resa conto che avevo toccato il fondo e intorno a me c’era il vuoto completo. Non avevo più una famiglia, gli amici e cosa più grave avevo perso i miei figli. La droga e le slot sono state per dieci anni i miei migliori compagni di vita. Ero sulla strada del non ritorno quando un giorno ho incrociato un operatore della Comunità Incontro con cui ho iniziato subito a parlare. Devo dire che mi ha fatto capire che fino a quel giorno avevo buttato via la vita. Ora da dieci mesi sto lavorando sodo per riappropriarmi della mia vita e tornare a fare la mamma.

Giorgia

Ogni giorno era sempre uguale. La mattina lavoravo e il giorno ero in cerca di soldi per comprarmi la dose quotidiana di cocaina. Poi un bel giorno, dopo essermi venduto tutto quello che avevo (auto, orologio e collana d’oro), ero in crisi d’astinenza e senza soldi. Incontrai alcuni “amici” e mi proposero di fare un furto con loro. Quando stavo per entrare in casa mi sorpresero le forze dell’ordine e mi portarono in carcere. Da lì la discesa sempre più in basso e la solitudine. Un giorno mi proposero la Comunità Incontro. Fu come un raggio di sole e accettai di entrare. Sono ormai 24 mesi e devo dire che mi hanno insegnato i veri valori della vita.

Carlo

Otto anni di non vita. Posso riassumere così i miei ultimi anni di vita prima di entrare qui alla Comunità Incontro. Cocaina, eroina e alcol erano i miei migliori amici. Non avevo bisogno di altro. Stavo bene nel mio mondo fatto solo di droga. Poi un giorno mi sono trovato davanti ad una vetrina di un negozio, mi sono specchiato ed ho visto riflesso un uomo trasandato, vecchio e senza un futuro. A qual punto la scelta era lasciarmi morire o vivere. Ho scelto la vita e di chiedere aiuto. Mi sono rivolto ad un amico che aveva avuto gli stessi miei problemi. Attraverso colloqui sono riuscito ad entrare ed ora mi sento rinato. Ho trovato una vera famiglia.

Luigi
5 per mille... buoni motivi

Per combattere la droga

Nella dichiarazione dei redditi aiuta i ragazzi a liberarsi dalla droga, dona il tuo il tuo 5×1000 alla Comunità Incontro Onlus.
Basta una firma, non ti costa nulla.

Scopri come

Iscriviti alla newsletter

Notizie