CHIEDI AIUTO

Non perdere la speranza, il nostro aiuto è reale. La tua vita è importante

Storie in cammino

Racconti di chi ieri e oggi ha intrapreso il cammino della Comunità

Sono Francesco, ho 41 anni e ho desiderio di raccontare la mia storia a chi crede nella possibilità di una rinascita. La mia è una storia che inizia nel buio, nella solitudine, nel dolore di un fallimento e si conclude con una nuova vita, viva, libera, luminosa, piena di amore, progetti, speranza e fede…

Leggi tutto

Voci dei ragazzi della comunità

Che dire della mia vita è stata sempre al limite. Ho vissuto per anni abusando di eroina e alcol. Ora sono quattro mesi che ho iniziato il mio percorso in comunità e devo dire che mi sento rinata. Ogni giorno che mi sveglio apprezzo vita. Se faccio un analisi del mio passato non trovo niente: solo dolore. Alcune volte fatica a capire perché ho fatto certe cose, come ad esempio, vendere i gioielli di famiglia o prendere i soldi dal portafoglio di mia madre o dei miei fratelli. Sto cercando di riprendere in mano la mia vita facendo grossi sforzi per accettare quel passato che adesso da lucida mi fa stare male.

Ludovica

Ho ricominciato a vivere da sette mesi. Ebbene si è la verità. Fino a quando non sono entrato in comunità vivevo per strada, dormivo dove capitava, mangiavo quando qualcuno mi regalava un tozzo di pane o un pezzo di pizza. Però i soldi per la cocaina e per giocare alle slot li ho sempre trovati. Una dipendenza che mi ha fatto fare le peggio cose. Ho perso la mia famiglia, i miei figli, la mia azienda, i miei soldi. Una sera, ero disperato, ho incontrato una persona che mi ha parlato della comunità. Il giorno dopo ho telefonato a quel numero che mi era stato dato e ho chiesto aiuto. Loro sono i miei angeli.

Giuseppe

Cocaina, eroina e alcol. Questi i miei migliori amici fino a quando non sono entrata in comunità. Avevo 17 anni quando ho iniziato. Tutto è cominciato per gioco con le mie amiche. Avevamo conosciuto un gruppo di ragazzi con cui il sabato sera andavamo in discoteca. Una sera ci hanno offerto la cocaina dicendoci che ci avrebbe aiutate ad essere più allegre e spligliate. Di fatto fu una serata di divertimento, ma anche di eccessi. Non mi ricordo cosa è accaduto dopo una certa ora. So solo che ogni giorno ne volevo sempre di più. I soldi non bastavano mai e sono arrivata a vendere anche il mio corpo.

Anna
5 per mille... buoni motivi

Per combattere la droga

Nella dichiarazione dei redditi aiuta i ragazzi a liberarsi dalla droga, dona il tuo il tuo 5×1000 alla Comunità Incontro Onlus.
Basta una firma, non ti costa nulla.

Scopri come

Iscriviti alla newsletter

Notizie