CHIEDI AIUTO

Non perdere la speranza, il nostro aiuto è reale. La tua vita è importante

Storie in cammino

Racconti di chi ieri e oggi ha intrapreso il cammino della Comunità

Sono Francesco, ho 41 anni e ho desiderio di raccontare la mia storia a chi crede nella possibilità di una rinascita. La mia è una storia che inizia nel buio, nella solitudine, nel dolore di un fallimento e si conclude con una nuova vita, viva, libera, luminosa, piena di amore, progetti, speranza e fede…

Leggi tutto

Voci dei ragazzi della comunità

Sono 15 mesi che sono nel centro femminile della Comunità Incontro ed ho finalmente capito quanto è bello vivere senza il demone della droga. Sono felicissima di essere qui con le altre ragazze condividendo sani divertimenti e grandi valori. Il mio sabato sera, prima di entrare in Comunità, è sempre stato all’insegna dello stordimento e dello sballo. Non mi è mai mancato niente. Mamma e papà mi trattavano come una principessa, ma io mi ribellavo. Ho iniziato a fumare i primi spinelli con le compagne di scuola nei bagni. Il passo è stato breve dallo spinello passai alla cocaina. Ben presto la mia vita divenne un incubo. I miei genitori scoprirono la mia tossicodipendenza e decisero di non darmi più soldi. Quindi ero costretta a vendere il mio corpo per comprare la dose giornaliera.

Roberta

Avevo 18 anni ed ero in montagna in settimana bianca con i miei amici. Era una sera particolare e avevamo deciso di ascoltare musica techno sballandoci con droga ed alcol. Dopo aver assunto lsd e mdma ci era venuta l’idea di raggiungere in auto degli amici in un paese vicino al nostro. Ovviamente ero talmente fatto che ho quasi perso il controllo del veicolo. Fortunatamente un mio amico, che non aveva fatto uso di sostanze stupefacenti mi ha urlato e, quindi, abbiamo evitato la tragedia. Dopo quella maledetta notte mi sono reso conto che la mia non era vita e quindi accettai la proposta dei miei genitori di entrare in Comunità. Ora a distanza di anni il mio sogno è quello di trascorrere una vacanza in montagna, guardare le stelle e vivere l’essenza della vita libero da qualsiasi sostanza.

Giulio

Una notte di un anno fa ha segnato per sempre la mia vita. Ricordo di averla trascorsa in discoteca, assumendo e spacciando ecstasy. Ero euforico, mi sentivo invincibile fino a quando sono stato fermato da due agenti in borghese all’interno del locale e mi trovarono l’ecstasy. Mi accompagnarono a casa per un’ulteriore perquisizione. Mia madre si svegliò sentendo i cani delle forze dell’ordine abbaiare. Spaventata continuava a ripetere che prima o poi sarebbe successo. Mi arrestarono. Mia madre mi veniva a trovare in carcere. Mi faceva male incrociare il suo sguardo triste e deluso. Avevo voglia di riscattarmi e soprattutto di farmi perdonare, quindi accettai di buon grado di scontare la mia pena presso la Comunità Incontro di Don Pierino Gelmini. Sono ancora qui dove ho riscoperto i veri valori della vita.

Ivan

Notizie

5 per mille... buoni motivi

Per combattere la droga

Nella dichiarazione dei redditi aiuta i ragazzi a liberarsi dalla droga, dona il tuo il tuo 5×1000 alla Comunità Incontro Onlus.
Basta una firma, non ti costa nulla.

Scopri come

Iscriviti alla newsletter